seguici anche su

AGENTE LEMMY CAUTION: MISSIONE ALPHAVILLE ( 1965 ) di J.L.Godard

 

INFORMAZIONI

PROGRAMMAZIONI

 

CHI SIAMO

 

Alphaville Cineclub, nome godardiano della città senza amore che il prode Eddie Constantine riporterà a partito nel lontano 1962,   nasce a Roma una bella giornata di maggio , l’8 del 2001, dopo una lunga riflessione e tanto entusiasmo che ...

 

Leggi tutto ➭➭

 

 

DOVE SIAMO

 

Dal21 dicembre  2022 ALPHAVILLE CINECLUB ha cambiato sede trasferendosi nel nuovo spazio di Via Romanello da Forlì n.30

 

La nuova sede è raggiungibile  con i tram 5-14 e 19 o con gli autobus 81e 412 oppure con la Metro C scendendo alla fermata Pigneto.

Se vuoi puoi aiutarti anche con la mappa...

 

Come raggiungerci ➭➭

 

CURRICULUM

 

Il Cineclub ALPHAVILLE, costituitosi presso il Comune di Roma in data 8 maggio 2001, ha iniziato la sua attività nel mese di luglio dello stesso anno.

A seguire un elenco delle rassegne ...

 

Leggi tutto ➭➭

 

 

E' SUCCESSO

 

La finestra di Bazin…

 

Chi può meglio descrivere il mondo di Alphaville se non lo sguardo sul suo reale passato e presente  attraverso questa finestra di eventi aperta anche al futuro!?! Dunque basta aprirla, come direbbe il  nostro caro vaguista Bazin, per tuffarsi nella vita del Cineclub romano attraverso gli incontri, gli ospiti, le chiacchierate, le spigolature, certi storici pienoni, il silenzio della sala vuota in attesa di accendere lo schermo, il Pigneto con il suo albero di limoni alle spalle…

 

Vai ➭➭

 

Scarica l'ultimo numero della rivista on line Diari di Cineclub

 

 

SCRIVICI

 

Sei un nostro Associato?

Sei un amante del Cinema di qualità?

Vorresti suggerirci una rassegna su un tema in particolare?

Sei l'autore di un corto...

 

Vai ➭➭

 

AVVISO AI SOCI

 

Carissimi Alphavilles,

come ormai tutti saprete, il primo gennaio scorso Patrizia Salvatori fondatrice e presidente del CINECLUB ALPHAVILLE se n’è andata, lasciando un vuoto incolmabile in tutti noi che eravamo i suoi stretti collaboratori e, ne siamo sicuri, anche in tutti voi che durante i quasi 25 anni di attività del Cineclub l’avete seguita con assiduità ed affetto.

Patrizia non c’è più, ma Alphaville non si fermerà perché non è ciò che lei avrebbe voluto! Alphaville deve continuare!

Proprio su questo stiamo lavorando insieme al Direttivo del Cineclub e con il sostegno del Presidente onorario Liliana Cantatore, zia di Patrizia. Pertanto ricordiamo a tutti gli associati amici e sostenitori del Cineclub Alphaville fondato da Patrizia Salvatori che le uniche notizie attendibili in merito alle future attività ed iniziative potranno essere come di consueto seguite presso questo sito ufficiale e lo storico indirizzo facebook. Diffidate delle imitazioni.

il Direttivo di ALPHAVILLE

 

AVVISO AI SOCI

 

 

CARI ALPHAVILLES UN ANNO E MEZZO FA QUANDO PINO CI LASCIAVA PATRIZIA SALVATORI MI CHIESE QUESTA IMMAGINE DI CHAGALL E DISSE CHE AVREBBE CONTINUATO A VOLARE INSIEME A LUI.... ORA PATRIZIA E PINO SONO DI NUOVO INSIEME... E NOI SIAMO PIU' SOLI...

 

 

Per PATRIZIA

 

SCHERMO NERO

Il 17 dicembre 2023 è stato proiettato al Cineclub Alphaville “ Il cielo sopra Berlino “ di Wim Wenders introdotto come di consuetudine dal direttore artistico Patrizia Salvatori .

Nessuno degli amici ed associati avrebbe mai potuto immaginare che quella sera si trattasse dell’ultima presentazione di Patrizia.

Ora anche Lei è nel cielo sopra di noi .

Non ascolteremo più le sue colte considerazioni sui film in programma, sugli interpreti, sulle tecniche cinematografiche .

La sua voce suadente e radiofonica richiamava all’attenzione anche lo spettatore meno interessato esprimendo autorevolezza e competenza.

Le sue introduzioni al film in programma variavano tra gli 8 e i 12 minuti .

Parlava sempre a braccio, con garbo e leggerezza, nessuna domanda poteva metterla in difficoltà o risultarle ostica, perché ci metteva vera passione. Il suo era vero amore per il cinema, un amore viscerale.

Il film della sua vita nella tarda mattinata del primo giorno dell’anno corrente si è bruscamente interrotto. Non c’è stato nemmeno il tempo per mandare in onda i titoli di coda e la musica che accompagna il finale, tanto meno è comparsa la scritta “fine”.

Tutto è finito in un men che non si dica e lo schermo che tante immagini ed emozioni aveva trasmesso a tutti noi è diventato improvvisamente nero . E’ calato il buio, un buio opprimente .

Il mondo continuerà certo a girare come in quella famosa canzone di Jimmy Fontana ma come dicono i francesi quando succede un evento cruciale nell’esistenza di un essere umano “ nulla sarà più come prima”.

Campeggiava sulla scritta della saletta di Alphaville una frase attribuita ai fratelli Lumière “Il cinema è un’invenzione senza futuro”. Probabilmente si tratta di un’affermazione un po’ troppo pessimistica perché il cinema andrà avanti ma sicuramente la nostra Patrizia avrebbe potuto godere di un futuro che il destino le ha tolto troppo presto.

di Anonimo

 

 

Addio a Patrizia Salvatori

di Francesco Sirleto

 

 

La piccola grande storia di Alphaville, l’ultimo cineclub

di Fabiana Proietti

 

Dal 1° febbraio su Diari di Cineclub, dalla pagina 25 alla pagina 32: Patrizia Salvatori, missione Alphaville.

Due o tre cose che sappiamo

di lei